venerdì 27 gennaio 2012

IL TERREMOTO

uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare la mia dipartita da Napoli a Milano è stato proprio che quest'ultima non è una zona sismica... L'altra mattina alle 09.23 circa, mi trovavo seduta alla mia scrivania a chiacchierare con la mia collega del più e del meno, quando all'improvviso ho sentito la mia sedia tremare, i vetri sbattere, il pavimento muoversi...in quella frazione di secondo ho pensato nell'ordine: alla metro che aveva cambiato linea ed era passata sotto al mio ufficio, ad un camion della spazzatura che aveva centrato in pieno il palazzo, infine ad una bomba...mai e poi mai al TERREMOTO!!! Cioè il terremoto? a Milano? Lombardia? nooooo questo cara Milano non me lo dovevi fare, io ho il terrore del terremoto,. Quando ho lasciato la mia amata terra natia, in autostrada guardando il territorio circostante che pian piano scompariva alle mie spalle, ho pensato a tante cose belle ma anche: ah almeno dove sto andando non c'è questo potenziale pericolo... che ti colpisce quando meno te l'aspetti e ti toglie il fiato...fiuuu meno male lì non c'è il terremoto!!!  invece sì, l'altra mattina c'è stato, mi sono sentita tradita, va bene tutto ma se devo morire per un cataclisma naturale preferisco mille volte il mio amato e temuto Vesuvio...tsè, almeno mi è familiare...